Ultima modifica: 17 novembre 2017
Istituto di Istruzione Superiore Forlimpopoli > News > PORTAPIATTI E SERVIBEVANDE? NO GRAZIE… SOLO PROFESSIONISTI IN SALA-BAR

PORTAPIATTI E SERVIBEVANDE? NO GRAZIE… SOLO PROFESSIONISTI IN SALA-BAR

L’Istituto AlberghieroPellegrino Artusi” di Forlimpopoli ospiterà tre appuntamenti prestigiosi nell’ambito della formazione tecnico-pratica per gli attuali e futuri professionisti dell’Ospitalità, ossia docenti e alunni operatori del mondo del bar e della sala.

Il primo incontro, organizzato dalla casa editrice Hoepli e rivolto ai docenti di sala-bar dell’intera Romagna, si svolgerà martedì 7 novembre dalle ore 15 alle 19. Interverranno Oscar Galeazzi, insegnante, autore di libri professionali, consulente e formatore in aziende ristorative, e Mauro Brunello, consulente e manager nell’ambito delle risorse umane, organizzazione e commerciale.

Galeazzi si concentrerà sulle strategie per migliorare l’efficienza nella formazione tecnico-pratica e aumentare le performance pratiche degli studenti, mentre Brunello approfondirà gli aspetti connessi all’interazione tra le competenze tecniche e lo sviluppo delle competenze comportamentali (le cosiddette soft skills) legate in prevalenza all’intelligenza emotiva, sempre più chiave del successo lavorativo.

I formatori veicoleranno i contenuti secondo la modalità della lezione simulata e, al termine della giornata di aggiornamento, consegneranno agli intervenuti un attestato di partecipazione, riconosciuto dal Miur nell’ambito del piano della formazione obbligatoria della professione docente.

 

 


Il secondo appuntamento, promosso da Gp Studios, società di consulenza leader nel settore del turismo e della ristorazione, avrà luogo giovedì 9 novembre e vedrà come protagonista Andrea Da Ros, coffee trainer presso Lavazza spa, educatore sensoriale, degustatore ufficiale Fisar (Federazione Italiana Sommelier Albergatori e Ristoratori) che vanta anche il titolo di miglior sommelier d’Italia nel 2003.

Dalle 9 alle 12.30 saranno gli alunni delle classi 4^ e 5^ dell’indirizzo di sala-bar a ricevere il know-how sui differenti e più moderni metodi di estrazione del caffè, mentre nel pomeriggio dalle 14 alle 16 sarà la volta dei docenti tecnico-pratici, che apprenderanno nuovi modelli e competenze legati alle metodologie di estrazione della bevanda più famosa del mondo. Si tratta di un’esperienza collettiva di formazione, in cui allievi e insegnanti possono vivere insieme momenti di confronto e scambio, volti alla crescita reciproca.

Gli studenti avranno poi l’opportunità di dar prova delle conoscenze teoriche e delle competenze tecnico-pratiche acquisite durante un’ulteriore iniziativa organizzata dall’Istituto Artusi, il coffee contest, “Un Caffè! Quale?”, in programma il prossimo 15 novembre. Il concorso, riservato a 20 alunni provenienti dalle classi 4^ e 5^ dell’indirizzo sala-vendita, intende valorizzare la figura del barista professionista, sviluppare la conoscenza del prodotto-caffè e promuovere la cultura del caffè e della caffetteria quale grande patrimonio del nostro Paese.

Dopo essersi misurati sulle tecniche di preparazione dell’espresso/cappuccino della tradizione italiana e sui sistemi internazionali di estrazione, i tre vincitori saranno premiati venerdì 1 e sabato 2 dicembre all’inizio delle due giornate di concorso-evento The Greatest Coffee Maker presso il Grand Hotel di Forlì, organizzato da Gp Studios, in collaborazione con l’Istituto Alberghiero “Pellegrino Artusi” e il main sponsor Lavazza.

Prof.ssa Benedetta Neri 

 

Dal sito di ForlìToday: Vai al link
 

da: Il Corriere di Romagna del 14 novembre