Ultima modifica: 12 febbraio 2018
Istituto di Istruzione Superiore Forlimpopoli > News > IL LICEO CARDUCCI SI FA IN QUATTRO

IL LICEO CARDUCCI SI FA IN QUATTRO

IL LICEO CARDUCCI SI FA IN QUATTRO

 – AL VIA IL NUOVO PERCORSO QUADRIENNALE –

 

È un fatto: la maturità in quattro anni diventerà realtà dall’anno accademico 2018-2019.
C’è però una bella novità che ci riguarda da vicino: inizialmente le scuole ammesse al programma dovevano essere solo 100 e i loro nomi, tra gli istituti che avevano fatto domanda, sono stati resi noti dal Miur il 28 dicembre scorso. Tuttavia, il Ministero ha deciso di ampliare il numero di scuole superiori coinvolte, permettendo ad altri 92 istituti in Italia (69 licei e 23 tecnici) di aderire ai percorsi quadriennali. Tra i nuovi istituti ammessi alla sperimentazione in quattro anni c’è anche il Liceo delle Scienze Umane “Valfredo Carducci” di Forlimpopoli, che, insieme al liceo scientifico Fulcieri Paulucci di Forlì saranno i soli nella provincia di Forlì-Cesena ad avviare il percorso quadriennale, ma in più il Liceo Carducci sarà il solo istituto ad indirizzo umanistico sociale nella nostra provincia ad offrire questa possibilità e l’unico Liceo delle Scienze Umane a farsi in quattro nella Regione Emilia -Romagna.

 

La notizia è stata ufficializzata dall’amministrazione centrale venerdì 2 febbraio e ha subito riempito di orgoglio e soddisfazione il Dirigente Scolastico Giorgio Brunet, alla guida dell’Istituto d’Istruzione Superiore “P. Artusi” comprendente sia l’Istituto Professionale Alberghiero sia il Liceo delle Scienze Umane “Valfredo Carducci”. “Il Ministero – dichiara il DS – ha emanato un decreto di ampliamento, in considerazione della forte rispondenza dei progetti presentati ai criteri e ai requisiti previsti dall’avviso di ottobre, dell’alta qualità della progettazione e anche per consentire una maggiore diffusione territoriale e varietà di indirizzi coinvolti”.

 


Tra i punti cardine del percorso quadriennale del Liceo Carducci che debutterà il prossimo anno scolastico sono l’innovazione metodologica-didattica, l’acquisizione di specifiche competenze disciplinari e di competenze trasversali e la valorizzazione di attività laboratoriali, in una prospettiva che guidi gli studenti lungo l’asse interdisciplinare e multiculturale dei saperi e l’integrazione degli insegnamenti, uniformandosi anche alla realtà europea e in sinergia col mondo dell’università e del lavoro. In più, sono previsti una rimodulazione del calendario scolastico per progetti di alternanza scuola-lavoro ed insegnamenti opzionali (tra cui corsi di inglese per le certificazioni internazionali, corsi di etica ed economia, educazione alla felicità, educazione al patrimonio culturale e un laboratorio linguistico di spagnolo) e l’insegnamento di una materia non linguistica con metodologia CLIL a partire dal terzo anno.

 

“Ma non ci sarà nessuno “sconto” sugli obiettivi formativi – ci tiene a precisare Giorgio Brunet – il Liceo Carducci assicurerà, infatti, il raggiungimento delle competenze e degli obiettivi specifici di apprendimento previsti per il quinto anno di corso, nel rispetto delle Indicazioni Nazionali e delle Linee guida”. Tuttavia, arrivando quattro giorni prima della scadenza delle iscrizioni al nuovo anno scolastico 2018-19, la decisione del Ministero di allargare la platea delle scuole ammesse alla sperimentazione quadriennale rischia di avere alcune ripercussioni sulla macchina organizzativa centrale. Se da un lato il Miur conferma l’impossibilità di riaprire i termini della procedura nazionale delle iscrizioni online, dall’altro chi fosse interessato alla nuova proposta quadriennale del Liceo Carducci e avesse effettuato entro ieri, 6 febbraio (termine stabilito dal Ministero), l’iscrizione in un qualsiasi altra scuola superiore potrà richiedere il nulla osta cartaceo a quest’ultima e definire la nuova iscrizione presso il nuovo Liceo.

In più, martedì 13 febbraio alle ore 18.30 è previsto un incontro con le famiglie presso l’Aula Magna dell’ISS Artusi (sede centrale, Viale Matteotti 54), in cui il Dirigente Scolastico e i docenti illustreranno ai nuovi studenti e ai genitori le linee operative e il nuovo piano di studi.

Prof.ssa Benedetta Neri – Uff. Stampa – IIS “Pellegrino Artusi”

DAL SITO DI FORLITODAY DI MERCOLEDI’ 7 FEBBRAIO: VAI AL LINK

Da Il Resto del Carlino 7 febbraio

Dal CORRIERE ROMAGNA di martedì 6 febbraio: