Ultima modifica: 18 ottobre 2017
Istituto di Istruzione Superiore Forlimpopoli > News > C’È DIALOGO E DI@LOGO ALL’ARTUSI

C’È DIALOGO E DI@LOGO ALL’ARTUSI

A SCUOLA DI DIALOGO E COMUNICAZIONE TRA CYBERSPAZIO E VITA REALE

È ancora possibile dialogare, coltivare relazioni e stare bene insieme al di fuori di Facebook, WhatsApp, Instagram e Telegram? Qual è l’influenza della tecnologia sulla formazione della propria identità e sullo sviluppo della personalità? Quali sono i confini tra la sfera del personale e del pubblico? Questi sono tra gli interrogativi al centro di un doppio appuntamento ospitato dall’Istituto d’Istruzione Superiore “Pellegrino Artusi” di Forlimpopoli martedì 17 e venerdì 27 ottobre alle ore 21.

Le due conferenze si inseriscono all’interno di un progetto “C’è Dialogo e Di@logo” che intende tracciare un percorso di riflessione rivolto a ragazzi, genitori, insegnanti e a chiunque interessato, in cui da un lato gli adulti possano acquisire gli strumenti per accompagnare nel modo migliore i più giovani nell’uso delle tecnologie digitali, prevenendo eventuali rischi e disagi, e dall’altro i ragazzi possano apprendere gli strumenti necessari per lo sviluppo delle competenze di dialogo sia nel mondo reale che in quello digitale. Si tratta di “occasioni formative preziose – ribadisce il Dirigente Scolastico Prof. Giorgio Brunet – in cui la scuola si conferma fucina di dialogo, laboratorio di idee e buone pratiche per affrontare quotidianamente la sfida educativa e sostenere i ragazzi nella crescita delle competenze disciplinari, umane e di cittadinanza”.

Il progetto è condotto dalla Dott.ssa Consuelo Zenzani, psicoterapeuta specializzata in Medicina Psicosomatica, e dall’Ing. informatico Stefano Mazzoni, formatore e coach nell’arte di comunicare e cofondatore dell’Associazione “Felicità Sostenibile”. I due relatori si alterneranno nelle due serate, accompagnando i partecipanti in un viaggio che indagherà varie tematiche, mantenendo come filo conduttore il dialogo e la comunicazione tra reale e virtuale.

Martedì 17 ottobre, il percorso ha esplorato il mondo delle principali APP usate dai giovani per comprendere come funzionano e come utilizzarle al meglio. Si  sono affrontate poi le dinamiche e i fenomeni di coinvolgimento nel cyberspazio e il tema della prevenzione, ossia come tutelarsi dagli abitanti del mondo social.

Venerdì 27 ottobre sarà, invece, la volta dell’identità fluida e della personalità “narciso”, ossia come il mondo del web e del videogioco incidono sull’umore, sulla costruzione della nostra identità, sulla relazione con i coetanei e infine verranno approfondite le cyberdipendenze, i loro sintomi principali e come riconoscerli.

 

Entrambi gli incontri, ad offerta libera, si concluderanno con un dibattito aperto ai partecipanti.

Prof.ssa Benedetta Neri

 

Dal sito de Il Resto del Carlino: Vai al link

Dal sito di ForlìToday: Vai al link