Ultima modifica: 13 Mar 2018
Istituto di Istruzione Superiore Forlimpopoli > News > ALTA CUCINA E CONTAMINAZIONE REGIONALE: AL VIA IL TERZO APPUNTAMENTO CON CUCINARTE

ALTA CUCINA E CONTAMINAZIONE REGIONALE: AL VIA IL TERZO APPUNTAMENTO CON CUCINARTE

Immersa in un angolo incontaminato del Centro Italia, crocevia geografico tra Bassa Toscana, Lazio e Umbria, in equilibrio tra carne e pesce, tradizione e rivisitazione: questa è “La Parolina”, ristorante gourmet a Trevinano, frazione di Acquapendente, provincia di Viterbo, unico ristorante stellato della Tuscia che sarà protagonista del terzo appuntamento della rassegna gastronomico-artistica CucinArte, in programma martedì 13 marzo nella grande sala dei ricevimenti dell’Istituto Alberghiero “Pellegrino Artusi” di Forlimpopoli.

 

La kermesse, che esalta il piacere degli occhi e del palato grazie al connubio tra le prelibatezze di chef stellati di fama internazionale e le opere di artisti locali condite da improvvisazioni teatrali in tema, è pronta a lasciarsi sedurre dalle creazioni di Romano Gordini, classe ’81 ex alunno eccellente dell’Istituto forlimpopolese, e Iside De Cesare, coppia ai fornelli e nella vita, e dalla loro alta cucina capace di coniugare influenze romane e spunti romagnoli, fondendo il piacere della tavola e della convivialità attraverso la ricchezza e l’autenticità di prodotti del territorio che si incontrano al crocevia di ecosistemi così vari. Dopo numerose esperienze professionali nel firmamento della ristorazione italiana, nel 2005 Iside e Romano approdano a Trevinano, tranquillo borgo immerso nel più romantico paesaggio campestre, e qui scelgono di aprire il loro ristorante per far degustare ai propri clienti i funghi dell’Amiata, i tartufi delle crete senesi, la cacciagione dei boschi circostanti, la carne Chianina della vicina Toscana, le nocciole dei Monti Cimini, lo zafferano di Acquapendente, l’olio dei viterbese e il pesce sempre fresco dal vicino Lago di Bolsena e dal Mar Tirreno. I sapori di Romano e Iside dialogheranno in sintonia con le creazioni scultoree in bronzo e ceramica di Franca Rossi e le sculture come corpi meccanici e ingranaggi pulsanti di Mavis Gardella che a loro volta ispireranno l’improvvisazione a tema a cura del Teatro delle Forchette.

 

Il programma prevede alle 19.15 una conferenza in aula magna durante la quale gli chef presenteranno il menù e il proprio concept gastronomico, verranno poi illustrate le opere dei due artisti in armonioso connubio con le ricette proposte e le aziende vitivinicole Neri di Bertinoro e Noelia Ricci di Predappio descriveranno i vini che accompagneranno i piatti stellati. A seguire un aperitivo e alle 20.30 la cena preparata dalla coppia di chef stellati che guideranno in brigata gli allievi dell’istituto alberghiero delle classi 5^A, 5^G e 2^A del corso serale coordinati dai docenti chef Roberta Ragazzini e Christian Viroli. Il menù della terza serata, in sapiente equilibrio tra alta cucina e contaminazione interregionale, prevede un’entrée a base di Macaron con paté toscano, crispy cacio e pepe, bon ton di Amatriciana e a seguire uovo alla Carbonara 2.0, tortellini di Mora romagnola in brodo progressivo, risotto rape e oro con sorbetto di mela verde e zenzero, faraona con salsa leccarda e scalogno glassato per concludere con le squisitezze di piccola pasticceria e Rocher La Parolina. Il servizio in sala sarà a cura degli studenti delle classi 4^C e 4^E impeccabilmente orchestrati dai docenti maître Stefano Buda e dal collega Basilio Papa, che supervisioneranno l’intera serata, impreziosita anche dal look raffinato della tavola e dal sorriso degli alunni delle classi 5^B e 2^G incaricati dell’accoglienza degli ospiti sotto la guida della prof. Caterina De Santis.

 

Il contributo per la cena è di 45 euro. Info e prenotazioni Istituto Artusi 0543-740744 o 347-4498067.

Prof.ssa Benedetta Neri – Uff. Stampa – IIS “Pellegrino Artusi”

DAL SITO FORLITODAY DEL 8 MARZO: VAI AL SITO

 

 

Da Il Resto del Carlino di martedì 13 marzo